Osservatorio di Giurisprudenza »

Minori

ADOZIONE
Cassazione Civile, sez. I, 30 giugno 2016, n. 13435 - Pres. Bernabai - Est. Nazzicone

È revocabile per errore di fatto la sentenza di Cassazione che, nel confermare la declaratoria dello stato di adottabilità assunta dal giudice di merito, sia fondata su una circostanza supposta esistente, la cui verità doveva invece, limitatamente all'evento, ritenersi positivamente conclusa.
Alla luce delle significative convergenze della giurisprudenza interna e di quella sovranazionale, la dichiarazione dello stato di abbandono di un minore va reputata, sotto ogni aspetto, come l'extrema ratio.

AFFIDAMENTO CONDIVISO
Tribunale Milano, Sez IX civ., 11 marzo 2016, ord. - Est. Buffone

La regola dell'affidamento condiviso non è negoziabile dai genitori così come non è ammissibile una rinuncia all'affido bigenitoriale da parte di uno dei partner, salvo che sussista adeguata, debita e chiara motivazione. È altresì nulla qualunque clausola diretta a porre limiti alla responsabilità genitoriale.

MINORI
Corte Costituzionale 20.10.2016, n.225 - Pres. Grossi - Est. Morelli

Non è fondata la questione di legittimità costituzionale dell'art.337 ter c.c. - con riferimento agli artt. 2, 3, 30 e 31 Cost. e al combinato disposto degli artt.117 Cost., e 8 Cedu - nella parte in cui non tutela il diritto del minore a mantenere rapporti affettivi instaurati con persone che non sono suoi parenti: nella specie, l'ex compagna della madre biologica.
Infatti, nell'interruzione ingiustificata, in contrasto con l'interesse del minore, d'un rapporto significativo da lui intrattenuto con soggetti che non sono suoi parenti, è ravvisabile una condotta del genitore "comunque pregiudizievole al figlio" contro la quale trova applicazione l'art. 333 c.c. che già consente al giudice d’adottare "i provvedimenti convenienti" nel caso concreto.

In questo sito utilizziamo i cookie, continuando la navigazione ne autorizzi l’uso. Per maggiori informazioni > clicca qui.